Presentazione dell’Istituto a cura del ds dott. Gaetano G. Flaviano

L’istituto dispone di due grandi sedi; quella di via Bonistallo n. 73 che accoglie le 38 classi dell’indirizzo tecnico e quella di via Fabiani n. 6 che accoglie le 25 classi dell’indirizzo professionale.

ISTITUTO TECNICO PER IL SETTORE ECONOMICO : sede di via Bonistallo n°73

La sede  è situata nel polo scolastico di via Sanzio, ed è raggiungibile dalla stazione in circa 10 minuti.

All’interno dell’istituto tecnico sono numerose  le iniziative che accrescono l’offerta formativa; queste spaziano da incontri con l’Agenzia delle Entrate, visite aziendali, stage in azienda, scambi linguistico-culturali, alla  partecipazione a progetti sia contestualizzati sul territorio di appartenenza che legati alla specificità degli indirizzi di studio (Investire in democrazia, ‘Unternehmen Deutsch’, Voglia d’impresa

patrocinato da CONFINDUSTRIA,La Navedella legalità, Strade grigie, Micro e macro) alla  certificazione delle competenze linguistiche (inglese, tedesco, francese e spagnolo); patente europea del computer (ECDL); partecipazione a gare (Olimpiadi della matematica e dell’Informatica).

Nell’anno scolastico 2012-2013 alcuni studenti hanno partecipato al “Treno della memoria”. Inoltre   l’istituto tecnico si è classificato al primo posto al concorso regionale “Conosci la tua regione con la statistica”.

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING

Il Diplomato in Amministrazione, Finanza e Marketing  si caratterizza per spirito di iniziativa e imprenditorialità. Consegue  una preparazione generale sui saperi di base e   competenze specifiche  nei seguenti ambiti: fenomeni economici nazionali e internazionali; diritto pubblico, civile e fiscale; prodotti assicurativi, finanziari e dell’economia sociale; strumenti informatici e sistema informativo aziendale; sistemi aziendali (organizzazione, conduzione e controllo gestione); strumenti di marketing.

TURISMO

Il Diplomato nel Turismo  presenta spirito di iniziativa e imprenditorialità. consegue una preparazione generale sui saperi di base e   competenze specifiche  nei seguenti ambiti: fenomeni economici nazionali e internazionali; diritto pubblico, civile e fiscale; sistemi aziendali; produzione e gestione di servizi e prodotti turistici; valorizzazione del territorio e delle politiche di marketing; strumenti informatici e linguistici.

La sede di via Bonistallo n°73 presenta una ricca dotazione strutturale:

A partire dall’anno scolastico 2013/14 l’istituto tecnico è dotato del registro elettronico che permette alle famiglie di  conoscere in tempo reale la situazione scolastica e le assenze .

  • Le 40 classi sono provviste di LIM  . Tutte le aule sono dotate  di un pc  con relativa  connessione a internet .
  • ·         La palestra che con i suoi 1050 mq è la più ampia struttura sportiva coperta della città.
  • Il laboratorio di chimica-fisica,
  • Il laboratorio odontotecnico
  • Possibilità di lezioni in videoconferenza con lavagna multimediale,
  • Un ampio laboratorio audiovisivo destinato anche ad aula magna (circa cento posti) munito di LIM,
  • 3 laboratori di informatica tutti forniti di computer con schermo LCD,
  • Due postazioni mobili multimediali,
  • Due laboratori linguistici con collegamento Internet per effettuare l’e-twinning,
  • La più grande biblioteca di Empoli (ricca di oltre 10.000 volumi) dopo quella comunale,
  • Un’ aula informatica per i docenti con relativo server e un’aula  per consulenze psicologiche e di orientamento.

ISTITUTO PROFESSIONALE – SETTORE SERVIZI: sede di via Fabiani n°6

La sede di via Fabiani n° 6 e’ situata nel centro di Empoli, molto vicino alla stazione ferroviaria, da cui è raggiungibile in pochi minuti a piedi. I corsi offerti sono adatti sia a chi vuol adempiere semplicemente all’obbligo scolastico ed inserirsi velocemente nel mondo del lavoro, sia a chi intende proseguire gli studi fino all’Università.

L’istruzione professionale si caratterizza per una buona base di istruzione generale insieme a una cultura professionale  e pratica che dà allo studente le competenze necessarie per un ingresso più agevole nel mondo del lavoro; al termine dei 5 anni di studio il diploma dà accesso comunque a tutte le facoltà universitarie, in modo particolare quelle a carattere giuridico – economico per l’indirizzo “servizi commerciali” e scienze infermieristiche, scienze della formazione e psicologia per l’indirizzo “servizi socio-sanitari”.

I due indirizzi prevedono l’insegnamento di due lingue straniere; inglese per tutti e francese in alternativa allo spagnolo.

I due indirizzi si articolano in un curriculo di 32 ore settimanali.

IEFP

E’  attivo il percorso di qualifica professionale  per la figura di OPERATORE DEL BENESSERE: ESTETISTA e ACCONCIATURA

SERVIZI COMMERCIALI

Questo indirizzo  sostituisce i vecchi indirizzi “economico-aziendale” e “turistico” ed è un mix dei due. Le materie principali continuano ad essere  tecnica commerciale, diritto ed economia giuridica informatica.

IL TECNICO DEI SERVIZI COMMERCIALI ha competenze che gli consentono di assumere ruoli specifici nella gestione dei processi amministrativi e commerciali. Sviluppa conoscenze professionali nell’area dell’amministrazione, del marketing, della comunicazione e dell’economia sociale in organizzazioni private o pubbliche.

Sono previste attività di stage in azienda a partire dal terzo anno, mentre il quarto e quinto anno le ore di stage all’interno del curriculo formativo sono 300 e vengono svolte nel periodo didattico.

SERVIZI SOCIO-SANITARI

Questo indirizzo consente di conseguire da una preparazione in campo sanitario, assistenziale e sociale. Principali materie di insegnamento sono: psicologia, cultura medico sanitaria, metodologie operative e musica e disegno (le ultime due materie solo nel biennio). La didattica laboratoriale caratterizza l’area di indirizzo; nello specifico sono previste  attività di laboratorio con la compresenza dei docenti di Metodologie Operative con quelli di  Scienze umane, Disegno e Musica per un’ora alla settimana nel primo biennio.

IL TECNICO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI possiede le competenze necessarie per organizzare ed attuare interventi adeguati in ambito socio-sanitario e comunità per la promozione della salute e del benessere .

Sono previste attività di stage in azienda a partire dal secondo anno, mentre il quarto e quinto anno le ore di stage all’interno del curriculo formativo sono 300 e vengono svolte nel periodo didattico.

SERVIZI SOCIO-SANITARI, Articolazione “Arti ausiliarie delle professioni sanitarie, Odontotecnico

A partire dall’anno 2014/15 è stata  attivata l’articolazione Odontotecnico.

La professione di odontotecnico consente al termine degli studi di accedere al mondo del lavoro con una professionalità certa.

L’ODONTOTECNICO possiede le competenze necessarie per predisporre, in rispetto delle normative vigenti, apparecchi di protesi dentaria su modelli sanitari abilitati. È in grado di applicare tecniche di ricostruzione e di lavorazione necessarie a costruire tutti i tipi di protesi (provvisorie, fisse, mobili); eseguire tutte le lavorazioni del gesso sviluppando le impronte e collocando i relativi modelli sui dispositivi di registrazione occlusale; applicare le conoscenze di anatomia dell’apparato boccale, di biomeccanica, di fisica e chimica per la realizzazione di un manufatto protesici; interagire con lo specialista odontoiatra.

Al termine del percorso quinquennale il diplomato odontotecnico può accedere al mondo del lavoro, ai percorsi di Istruzione e formazione superiore e a tutti i corsi di laurea universitari.

A partire dall’anno scolastico 2013/14 l’istituto professionale  è dotato del registro elettronico che permette alle famiglie di  conoscere in tempo reale la situazione scolastica e le assenze .

Nella sede di via Fabiani, dedicata ai corsi professionali la scuola cura particolarmente le attrezzature informatiche;è presente un nuovo  laboratorio multimediale con 30 postazioni ciascuno con collegamento Lan e Internet ed 1 laboratorio linguistico sempre all’avanguardia. Tutte le classi sono dotate di un pc con connessione a internet. Sono inoltre presenti una ricca biblioteca ed una sala di lettura, un laboratorio di metodologie operative, una  palestra  dotata di  spazio sportivo polivalente all’aperto ( Basket –Pallavolo –Percorso vitae), due  laboratori per le attività con alunni diversamente abili, con una vasta dotazione di software didattico speciale, di cui uno riservato alle attività psicomotorie e ludico espressive, un aula informatica per i docenti con relativo server e un aula per consulenze psicologiche e di orientamento.

Il Manifesto dell’Istituto “FERMI – DA VINCI” 

  •  “Promuovere l’appartenenza ad una società fondata sulla pace e sulla condivisione dei valori.
  • Accogliere e integrare  ogni aspetto culturale, etnico e religioso.
  • Formare individui consapevoli delle proprie  attitudini e tesi alla piena realizzazione di se stessi ‘’

L’ istituto pone al centro della propria azione educativa e formativa un’azione progettuale, un proprio manifesto, che si svolge su tre grandi assi: FORMARE – ACCOGLIERE – INTEGRARE.

Queste tre linee programmatiche fungono da elementi che qualificano, enfatizzano e contestualizzano i contenuti didattici ed educativi della scuola.

a) FORMARE, allievi capaci di contestualizzare, di dare piena realizzazione alle proprie specifiche risorse e capacità per poter rispondere in modo adeguato alle richieste lavorative e di vita che vengono dalla nostra società; questo significa porre in essere delle situazioni di apprendimento sia teorico, che esperenziale, ad esempio con gli stage, l’area di specializzazione e le attività progettuali che ampliano l’offerta formativa.

b) ACCOGLIERE, allievi di ogni estrazione etnica, culturale e religiosa, nonché allievi con disabilità e deficit, di qualsiasi entità e natura. Attraverso le strutture, le potenzialità operative e le risorse umane presenti nella scuola, al fine di realizzare una educazione alla convivenza, alla condivisione, all’accettazione dell’altro, facendo dell’alterità, della diversità una risorsa da sfruttare per crescere come individui e cittadini.

c) INTEGRARE, tutti i contesti e tutte le situazioni sia individuali che di gruppo, che in ogni contesto reale sono sempre contemporaneamente sia positive che negative, presenti nella scuola, al fine di realizzare una educazione alla pace, alla legalità, al rispetto delle regole, nella piena consapevolezza dei propri diritti, bisogni e prerogative, per condurre gli allievi alla piena consapevolezza di sé e dell’altro da sé.

Tutto ciò in un ottica tesa a far sì che ognuno esprima e realizzi le sue potenzialità; ovvero diventi una persona accretiva e autorealizzante, che utilizza ogni esperienza di vita per giungere alla piena soddisfazione di sé.

LE AZIONI

  • L’istituto  intende sviluppare il desiderio ed il piacere di “stare insieme”, nonché un’educazione fondata sulla pace e sul senso di condivisione, non solo nelle aule scolastiche, ma anche in tutte le altre attività formative, al fine di sviluppare  tutte le potenzialità dei singoli allievi: ‘UNA SCUOLA PER TUTTI A MISURA DI CIASCUNO’
  • Gli studenti tutor delle classi quarte e quinte saranno a fianco degli studenti delle classi prime per aiutarli a capire l’organizzazione della scuola e per essere portavoci di eventuali problemi.
  • Alla fine  percorso scolastico l’istituto continuerà a svolgere la propria azione di orientamento per indirizzare  verso l’eventuale entrata  nel mondo del lavoro o  verso la prosecuzione degli  studi.

I progetti che ampliano l’offerta formativa

Sono stati deliberati dal collegio docenti ed approvati dal C.I. per l’anno scolastico 2014/15. Seguono questi cinque grandi assi:

A) Asse disagio/disabilità/orientamento: al fine di favorire azioni di supporto e problem-solving ma anche di accoglienza integrazione; rientrano in quest’area sia i progetti di alfabetizzazione degli allievi stranieri , che quelli svolti nell’area delle disabilità, (Piscina, Autonomia e Attività manuali, Ippoterapia, Angolo verde,  ) ma anche quello organico d’istituto, attraverso il quale si svolge  un ‘azione di prevenzione primaria in ambiti specifici, ed al contempo si crea una rete di relazioni rispetto al counseling psicologico attivato nell’istituto con il progetto ‘sportello di ascolto ’. Con questo progetto si intende perseguire un‘azione di prevenzione primaria sul contesto scolastico complessivo attraverso interventi di “Ascolto” ed un counseling di orientamento sugli allievi e sulle classi,  e un intervento formativo su tutto il personale scolastico nell’ottica del miglioramento della gestione delle risorse umane, fra cui anche l’intervento S.L.C. previsto e richiesto dal D.Lgs 81/2008

B) Asse ampliamento delle forme e modalità espressive: tutte queste attività permettono di conoscere modalità comunicative diverse da quelle verbali, che passano dalla comunicazione non-verbale della rappresentazione teatrale a quella artistico-espressiva  della Musica (Coro –Scuola teatro), per finire con le attività motorie e sportive che consentono il “contatto” con la propria fisicità, con la propria corporeità, svolti con il progetto ‘centro sportivo scolastico’ che è esperienza centrale di “radicamento”, di GROUNDING nella realtà. Questi progetti spaziano dal progetto teatro a quello di musica alla educazione alla salute. Tutti questi progetti comunque tendono  verso modalità comunicative diversificate e al contempo svolgono anche la funzione di ‘contenitori’ rispetto alle sacche di disagio e disabilità presenti.

C) Asse ampliamento dei contenuti formativi: Dai  progetti di  Certific. Lingua Francese, Certific. Lingua Tedesca, Certific. Lingua Inglese,  Investire in democrazia, Stage classi III,IV e V, turismo responsabile, ECDL,lingua e lavoro, insieme per la sicurezza stradale, progetto laboratorio odontotecnico,  che offrono contenuti connotativi e caratterizzanti l’istituto.

All’interno dei progetti formativi va ricordato Il progetto di sostegno allo studio , per facilitare l’assolvimento dell’obbligo scolastico.

D) Asse Educazione alla salute e orientamento: questi progetti si pongono nell’ottica di migliorare l’approccio e la visione dell’allievo dei contesti di vita e relazionali  e sono i seguenti:

Educazione alla salute : AIDS, Donazione organi,Incidenti stadali primo soccorso, donazione organi,alimentazione.

Educazione ambientale ; l’impronta ecologica, la natura intorno a me,analizziamo l’ambiente che ci circonda.

Orientamento : tutoring, accoglienza e orientamento, io nella scuola, prepararsi alla tesina.

E) Progetti  rivolti ai docenti :

registro elettronico, lim e aula digitale

Comments are closed.